skip to Main Content
Tra Reale E Virtuale: Online E Offline

Lo sviluppo delle nuove tecnologie connesse ad internet, ha permesso a tutti noi di crearci delle identità digitali per entrare in contatto con altre persone. Ognuno di noi si è creato la propria immagine, la propria reputazione sui canali social e c’è anche chi grazie al web è riuscito a crearsi un lavoro, o aziende che hanno incrementato il proprio fatturato.

Se consideriamo che ad oggi gli utenti Facebook sono 2 miliardi e 100 mila persone ed instagram ha 800 milioni di iscritti, data la popolarità ed il continuo crescere degli utenti, credo sia giusto fare una riflessione sulla distinzione tra reale e virtuale, tra offline e online.
Per sfruttare pienamente le opportunità del web, è importante conoscere rischi e  limiti che esso comporta. Il reale ed il virtuale sempre più si unificano in una realtà unica che ha ripercussioni sulla vita di tutti i giorni ed è importante ragionare sulle conseguenze delle nostre azioni:

  1. Le foto caricate sui canali social sono visibili anche alle Aziende che vi dovranno reclutare per una posizione lavorativa. Quindi è opportuno valutare la reputazione che vi create online attraverso quello che pubblicate.
  2. Le conversazioni private online non sono poi cosi sicure, possono essere screenshottate e condivise. Pensate bene a cosa scrivere e alle foto che condividete nei messaggi, potrebbero essere divulgate e crearvi problematiche nelle vostre relazioni quotidiane.
  3. Capire se chi vi scrive è un profilo fake. come fare?
    La miglior soluzione per scoprire un profilo fake è quella di trascinare le immagini del vostro nuovo “amico” su google. Se l’immagine in questione vi porterà a più profili di VIP o a link sospetti, siete sicuramente di fronte ad un fake. Se non ha “mi piace” nelle foto, se ha pochi amici, o post condivisi da conoscenti. Fateci caso.
  4. I commenti che lasciate nei post possono creare problemi nel reale alle persone e a voi. Quello che fate nel virtuale ha conseguenze nel reale. Sono nate nuove problematiche sociali come il cyberbullismo e il sexting. Nasce l’esigenza di educare ad un atteggiamento consapevole all’utilizzo del web.

Frequento il Master in Social Media Marketing and Digital Communication all’università Iulm di Milano e sono volontaria del Movimento Etico Digitale, se avete domande o spunti di riflessione potete scrivermi e approfondire il tema.

Sara Capelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top
×Close search
Cerca